Rubrica: Uromagazine articoli letti per voi

6 gennaio 2009

E’ ORA DI CAMBIARE IL TRATTAMENTO DEL SEMINOMA IN STADIO I ?

…è il titolo di un interessante editoriale del J Hematol Oncol pubblicato quest’anno da Bosl e Feldman, gli oncologi genitourinari del MSKCC. Il punto di partenza è la presentazione dei risultati all’ASCO del 2008 di un importante studio prospettico randomizzato di fase III che compara RT e un ciclo di carboplatino come trattamento adiuvante in […]

Continua la lettura…
6 gennaio 2009

PERCHE’ SI PERDE TEMPO IN SALA OPERATORIA ?

Già, perché ? Credo che almeno una volta, ma probabilmente molto più di una, nella nostra vita professionale ci siamo posti questa domanda di fronte a interminabili attese tra un intervento o l’altro o di fronte a pazienti rinviati per motivi "tecnici". Un gruppo di ginecologici, che almeno "anatomicamente" sono affini a noi urologi ha […]

Continua la lettura…
6 gennaio 2009

PROSTATECTOMIA RADICALE. UN TRATTAMENTO STANDARD

  Lo studio di Bill-Axelson pubblicato sul NEJM nel 2005 è al momento l’unica prova di discreta qualità scientifica della superiorità della prostatectomia radicale (RP) contro la sola osservazione ovvero la terapia ormonale alla progressione metastatica. I risultati pubblicati si riferivano a una mediana di 8.2 anni di follow up e dimostravano un incremento della […]

Continua la lettura…
6 gennaio 2009

PROSTATECTOMIA ROBOTICA. DOVE STIAMO ANDANDO ?

Di fronte a un intervento di prostatatectomia radicale robotica (RALP), lo spettatore rimane affascinato. La magnificazione dell’immagine, il campo esangue e l’eleganza dei movimenti del robot fanno realmente credere che il trattamento chirugico del cancro alla prostata stia per cambiare per sempre. I detrattori della RALP riportano che negli Stati Uniti sta avvenendo una continua […]

Continua la lettura…
16 dicembre 2008

Rocchetta Uromagazine 22

Quando operare un testicolo ritenuto ? Il testosterone e il cancro alla prostata. Esiste realmente una associazione ? La microlitiasi è più frequente nei soggetti con familiarità per tumore al testicolo Esiste una biopsia prostatica “migliore” ?

Continua la lettura…